10/12/2021 VICENZA – Torri di Quartesolo ad un anno dall’alluvione. Ieri la fiaccolata delle famiglie danneggiate. Ma a quanto pare finalmente il nodo dei ristori si sta sciogliendo. Ecco le ultime novità. || Eppure qualcosa si muove. E’ passato un anno da quel maledetto 6 dicembre 2020 quando a Torri di Quartesolo, sotto la forza di un violento temporale la Roggia Caveggiara ruppe gli argini e inondò i quartieri Pini e Casoni di Settecà. Ad un anno di distanza, ieri, 150 cittadini per non dimenticare, sotto la luce delle loro fiaccole, hanno portato al sindaco le loro domande ancora senza risposta, i loro danni che ancora non sono stati risarciti. Ma proprio mentre a Torri di Quartesolo le famiglie protestavano, a Roma il Governo finalmente stava stanziando la prima tranche dei ristori.A fronte di un totale di 2.660.000 euro di richieste per danni subiti, oggi vengono liquidati ristori per 982.300 euro, pari al 37% del totale. A breve, dunque verranno dati 5mila euro per ogni famiglia e 20mila per ogni azienda.Bene, ma la battaglia dei cittadini alluvionati di Torri di Quartesolo non finisce qui: serve una seconda tranche di ristori. Per questo noi di Rete Veneta non smetteremo di monitorare la situazione. Il Sindaco, da parte sua, assicura che ci starà sotto. – Intervistati DIEGO MARCHIORO (Sindaco di Torri di Quartesolo) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(TEpMArPrmr0)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria