12/12/2021 BASSANO DEL GRAPPA – Oggi ricorre la gionata delle persone scomparse. Penelope veneto ha invitato tutte le amministrazioni dei comuni della nostra regione a dare un segno accendendo una luce verde. Tanti hanno risposto. Bassano ha detto No || 12 dicembre, giornata nazionale delle persone scomparse. Per mantenere viva la speranza, per sensibilizzare l’opinione pubblica l’associazione Penelope, che segue da anni la piaga degli scomparsi, si è attivata, chiedendo alle istituzioni di dare un segno, accendendo una luce verde, o lanciando un messaggio di partecipazione e vicinanza. In tanti, anche se non tutti, hanno aderito, paesi, come la vicina Loria, ma anche città come Vicenza, Treviso, Verona, Venezia.Ci si aspettava che all’appello rispondesse anche Bassano del Grappa, dove vivono i genitori di Milena Bianchi, la ventenne svanita nel nulla nel novembre 1995, durante un viaggio studio, il cui corpo vene ritrovato solo 16 mesi dopo, sepolto in Tunisia. Mamma Gilda Milani e papà Bertillo Bianchi furono i fondatori di Penelope Veneto. Loro abitano a Bassano. Ma qui, nonostante l’invito, non viene accesa alcuna luce verde, come ci spiega con rammarico la presidentessa di Penelope Veneto Daniela Ferrari. – Intervistati DANIELA FERRARI (Presidentessa Penelope Veneto) (Servizio di Vanessa Banzato)


videoid(BVgHGjUM27s)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria