15/12/2021 VICENZA – Gli esercenti del centro storico, in particolare quelli di Contrà Pescherie, attendevano un giro di vite dei controlli. Per ottenerli avevano annunciato una serrata simbolica dei locali. || Delusi, dunque, gli esercenti dei locali a ridosso di Contrà Pescherie sull’esito dell’ultimo incontro del comitato ordine e sicurezza convocato oggi in prefettura . Dopo le ultime aggressioni in centro storico avevano richiesto un intervento straordinario localizzato per garantire maggiore sicurezza. Le considerazioni e le promesse di un giro di vite dei controlli, così come annunciato, non li convincono. Controlli amministrativi più serrati della polizia locale non basterebbero. I vigilantes sono serviti solo a tamponare il problema durante l’estate dicono gli esercenti, che invece chiedevano più presenza degli agenti nella fascia serale e notturna. Per farsi ascoltare propongono una serrata dei locali. – Intervistati GIOVANNI INNOCENTI (TITOLARE LOCALE CONTRA’ PESCHERIE), ALBERTO QUARESIMIN (TITOLARE LOCALE CONTRA’ PESCHERIE) (Servizio di Daniele Garbin)


videoid(5r_C5STLOLI)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria