17/12/2021 BASSANO DEL GRAPPA – Tornano in azione i no green pass, e a Bassano è subito polemica || Mancano pochi giorni a Natale, scatta la corsa all’ultimo regalo. E poi ci sono gli auguri da fare, amici da rivedere, un brindisi fra commilitoni, un selfie sul ponte vecchio. D’altronde, è l’ultimo sabato prima delle Feste e Bassano è il luogo ideale per lo shopping, la convivialità, la cultura, l’arte. E per le manifestazioni no green pass. Già, perché sabato torna la protesta fra la stazione e il parco Ragazzi del ‘99, e nonostante tutta la buona volontà potrebbe essere difficile far convivere il diritto all’espressione dei manifestanti e le esigenze di un polo commerciale di primaria importanza come quello del salotto buono bassanese. Non ci sono tensioni nell’aria, per carità, ma fra chi dice che non va bene deviare forze dell’ordine per il servizio di sicurezza a margine della protesta e chi teme di trovarsi imbottigliato fra migliaia di no green pass c’è più di qualcuno che storce il naso di fronte alla concomitanza di eventi. E se ne occupa pure la politica cittadina, finalmente. Il consigliere d’opposizione Roberto Campagnolo rincara la dose su Facebook, chiedendo cortesemente agli organizzatori e ai partecipanti di lasciare che Bassano si goda in tranquillità – anzi, relativa tranquillità dati i tempi che corrono – il fine settimana pre natalizio dopo due anni davvero difficili. C’è chi vorrebbe girare la stessa domanda al sindaco Elena Pavan, che pure non ha responsabilità nell’autorizzazione delle manifestazioni no green pass, chiedendole se almeno è stato fatto qualche passo nei confronti dei rappresentanti locali del Governo e delle forze dell’ordine per cercare di difendere il comparto commerciale cittadino nei giorni cruciali della corsa natalizia allo shopping. – Intervistati RICCARDO POLETTO (BASSANO PASSIONE COMUNE) (Servizio di Ferdinando Garavello)


videoid(_D4b9EHb3Eg)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria