27/12/2021 BASSANO DEL GRAPPA – L’aumento dei contagi richiede una gestione dei ricoveri che tenga conto delle due realtà principali della Pedemontana, quella di Santorso e quella di Bassano. || La variante Omicron dilaga, la Regione è preoccupata per l’aumento dei ricoveri che rischiano di far finire il Veneto in zona arancione, e allora la domanda che molti cittadini si fanno è questa: perché andare ad appesantire una struttura come il San Bassiano, dove sarebbe ridotta anche l’attività delle sale operatorie, quando, almeno in questa fase, si può fare affidamento sull’ospedale di Santorso? Attualmente sono sei i ricoverati in terapia intensiva al San Bassiano, e siccome gli stessi cittadini ci ricordano che oltre al Covid ci sono le lunghe liste d’attesa, le visite ambulatoriali, gli interventi chirurgici che vengono rinviati, gli esami diagnostici per individuare in tempo tumori e altre malattie, perché allora non utilizzare solo la terapia intensiva di Santorso per i malati Covid? Il rischio è che la visione della direzione dell’Ulss 7 non sia lungimirante, e che si guardi troppo ai problemi immediati, senza salvaguardare le necessità e le aspettative di tutta la popolazione della Pedemontana, che chiede risposte e rassicurazioni. (Servizio di Redazione Medianordest)


videoid(J4SgIKoqYgA)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria