02/01/2022 BASSANO DEL GRAPPA – E ora con le nostre telecamere entriamo in anteprima nella Sala Operatoria Ibrida, un nuovo record per la sanità del Triveneto. || Dopo avervi mostrato la prima teledialisi del Triveneto, un primato del San Bassiano che consente ai pazienti di effettuare la dialisi da casa, in sicurezza, sotto il controllo dei medici, poche ore dopo da Bassano arriva un altro primato. Con le telecamere di Reteveneta, infatti, vi mostriamo in esclusiva la prima sala operatoria ibrida angiografica per una struttura pubblica del Nordest, che verrà inaugurata nei prossimi giorni. Una sala operatoria ad altissima tecnologia, che consente, per dirla in estrema sintesi, di effettuare contemporaneamente interventi chirurgici e esami diagnostici senza spostare il paziente. Tecnologia in cui i vertici dell’Ulss 7 credono fermamente.Un esempio concreto e efficace di collaborazione pubblico/privato. L’associazione di imprenditori Elios del presidente Serradura e della vicepresidente Alban, da sempre in prima linea per sostenere il San Bassiano, affiancando Regione e Ulss 7, ha voluto fermamente la sala ibrida, che ora è realtà.Una rivoluzione perchè la sala potrà essere usata da diverse equipe chirurgiche, con una collaborazione tra diversi specialisti che, già fiore all’occhiello del San Bassiano, sarà rinforzata. – Intervistati MARCO BAIOCCHI (Direttore Unità Operativa Rianimazione), DIEGO COGNOLATO (Direttore Unità Operativa Chirurgia Vascolare), CALOGERO CICERO (Direttore Unità Operativa Radiologia) (Servizio di Federico Fusetti)


videoid(ZKAPFVAfi_8)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria