11/01/2022 BASSANO DEL GRAPPA – Nuovi positivi, ricoveri, vaccinazioni e tamponi. L’Ulss 7 Pedemontana si muove su questi fronti per migliorare la riposta organizzativa all’emergenza Covid. || 1120 nuovi casi di positivi al Covid nelle ultime 24 ore, e 150 ricoverati in ospedale, di cui 15 in terapia intensiva. E poi già 15 classi con almeno un caso positivo. Sono i numeri che spaventano di più sul territorio dell’Ulss 7 Pedemontana. Ci sono però anche segnali di speranza. Come i 5 focolai nelle case di riposo, con 46 operatori e 24 anziani ospiti positivi, ma nessuno ha avuto bisogno dell’ospedale. E poi che ci sono più dimissioni che ricoveri, da qualche giorno.Poi c’è il capitolo vaccini. Le prime dosi sono decollate anche tra i bambini e sull’Altopiano, un centinaio al giorno da quando il Governo ha deciso le nuove regole. Emerge la differenza tra vaccinati e non vaccinati. In terapia intensiva i vaccinati sono 3 su 15, in subintensiva a Bassano 3 su 4 non hanno vaccinazione. In generale i non vaccinati sono quasi 8 volte di più.Infine i tamponi, uno dei punti critici dell’organizzazione dell’Ulss 7. Le lunghe attese sono sotto gli occhi di tutti, ecco allora che si punta a una procedura di accettazione più rapida, a non aspettare l’esito sul posto ma a tornare a casa in attesa di un messaggio. E poi aumentare le sedi e il personale dedicato ai tamponi. Che dal 13 dicembre si fanno solo su prenotazione e con l’impegnativa, ma i disagi non sono ancora stati risolti. – Intervistati ANTONIO DI CAPRIO (Direttore Sanitario Ulss 7 Pedemontana) (Servizio di Federico Fusetti)


videoid(mrf35azONBE)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria