11/01/2022 VICENZA – La prevenzione al Covid oggi è fondata sui tamponi: grazie ai test si individuano i positivi e si tracciano i loro contatti. Un sistema che, per essere efficace deve funzionare bene. Come accade nell’Ulss 8 Berica, che viene promossa anche dagli infermieri. || Prevenire è meglio che curare. Principio antico, che tanto più vale oggi, nell’epoca della pandemia. Prevenire la diffusione del Covid, innanzitutto individuando i positivi e tracciando i loro contatti: oggi, in questa guerra con l’epidemia che assedia gli ospedali, i tamponi rappresentano mura alte e solide, per arginare i contagi. Mura che l’azienda sociosanitaria Berica ha costuito bene: lo dicono i numeri, lo ribadiscono gli infermieri.A promuovere l’Ulss 8 Berica è il segretario del Nursind, Andrea Gregori, che lavora in prima linea, nel centro tamponi di Torri di Quartesolo. Qui può vedere coi suoi occhi come funzionano le cose e percepire direttamente gli umori dei cittadini. Insomma, gli infermieri promuovono a pieni voti la gestione tamponi dell’Ulss 8 Berica. – Intervistati ANDREA GREGORI (Nursind – Segretario Provinciale di Vicenza) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(-pjdBk97dqs)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria