VICENZA – Nell’epoca del Covid diminuiscono le richieste di accesso di anziani alle case di riposo. In cambio aumentano, invece, le domande di assistenza domiciliare a cui il Comune di Vicenza è chiamato a dare una risposta. || A Vicenza cresce del 50% la richiesta di assistenza domiciliare integrata: operatori specializzati che aiutano gli anziani nelle loro abitazioni. Questo perchè nell’epoca del Covid è calato bruscamente il numero di nuovi ospiti nelle case di riposo. L’assessore alle politiche sociali, Matteo Tosetto spiega: «molte famiglie rinunciano all’accesso nelle case di riposo perchè hanno paura di non poter visitare il proprio caro perchè con il Covid si sono irrigidite le regole per evitare la diffusione del virus» Per questo sono aumentate le richieste di aiuto da parte delle famiglie che cercano di tenere i nonni in casa. Ecco perchè il Comune sta aumentando le ore degli operatori sociali con l’assistenza domiciliare integrata e con la consegna del pasto a domicilio: «Questa – conclude Matteo Tosetto – è un’emergenza nuova che sta venendo fuori e a cui noi come Comune siamo tenuti a dare una risposta». – Intervistati MATTEO TOSETTO (Assessore alle Politiche Sociali di Vicenza) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(TQYD7BV6ejo)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria