VICENZA – Ristoratori contro il nuovo Dpcm. L’apertura a Natale un contentino ma per fatturare era meglio lavorare tutte le sere || E’ arrabbiato il presidente dei ristoratori di Vicenza Gianluca Baratto, il nuovo Dpcm del Governo – spiega – ha dato il contentino di poter rimanere aperti a Natale ma a far guadagnare in realtà è il lavoro della sera e aggiunge che se potesse scegliere preferirebbe rimanere chiuso a Natale ma appunto lavorare tutte le sere. Di fatto – continua Baratto – Le chiusure serali dei ristoranti rischiano di mettere definitivamente in ginocchio la categoria. Il mese di dicembre è quello dove si concentrano le cene aziendali, di auguri piuttosto che delle famiglie non lavorare significa perdere il 20% del fatturato. In questo anno molti si sono avventurati sulla strada del take away o del delivery ma è servito a poco, oggi sono molti i ristoratori che stanno abbandonando questo sistema più oneroso e poco redditizio. Un bilancio economico fino a qui disastroso. Un anno, il 2020 talmente anomalo che è impossibile da definire e le prospettive appaino incerte e se le cose non cambiano il rischio per molti è di chiudere definitivamente – Intervistati GIANLUCA BARATTO (Presidente ristoratori Vicenza) (Servizio di Gabriella Basso)


videoid(FKTySGB1iW4)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria