BASSANO DEL GRAPPA – Case di riposo comunali. Continuano ad arrivarci lettere e segnalazioni da parte di voi telespettatori, preoccupati per quello che accade all’interno delle strutture dove si trovano i vostri cari. || 10 mila 200 euro disposti nel piano economico delle isacc per pagare le spese legali da sostenere per le denunce nei confronti di reteveneta, per i servizi che stiamo realizzando, in cui stiamo cercando di buttare giù un muro di omertà che si è eretto negli anni attorno alle due case di riposo comunali di Bassano. Meglio attorno alla direttrice Tracanzan e al cda, presiduto da Clemente Peserico. 10 mila 200 euro che devono pagare i parenti degli anziani ospiti solo perchè reteventa sta cercando di portare alla luce, carte alla mano, elementi che definire discutibili sarebbe un eufemismo. Ultimo in ordine cronologico l’accesso della medium che parla con i morti allo Sturm, blindato ai familiari, in piena pandemia covid. Cosa possono dire le persone che mensilmente pagano profumate rette? Niente apertamente, per paura, anzi terrore di ripercussioni nei confronti dei loro cari che si trovano nelle due strutture. Ma cercano di farci arrivare notizie, informazioni, perchè almeno noi non abbiamo questi timori e loro sanno che siamo dalla loro parte. Così come dalla loro parte dovrebbe essere in primis la sindaca Pavan, visto che si tratta di strutture comunali.L’esempio l’ennesima lettera, anonima, neanche a dirlo, che ci ha inviato una nostra telespettatrice. Ve la mostriamo. Vengono riportati elementi di cui ci siamo già occupati nei nostri tg, a cominciare dalla ritirata di medici, infermieri, operatori che non ce la fanno più e lasciano le due isacc. Per continuare poi con personale ridotto all’osso e costretto a orari inumani. Ancora, l’utilizzo sempre più frequente delle cooperative così favorite dalla direzione che sta attuando la politica dell’esternalizzazione. Con le conseguenze che tutti possiamo immaginare. Quei 10 mila 200 euro definiti in determina delle isacc potrebbero servire ad altro lì dentro, più che pagare un legale per tapparci la bocca. Qualcosa di molto più costruttivo per chi lavora e chi è ospitato. Se lo meriterebbero. (Servizio di Vanessa Banzato)


videoid(d7qT1oDC0Os)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria