VICENZA – Nella settimana in cui sono entrati in vigore il Dpcm del Governo e l’Ordinanza Regionale, abbiamo fatto il punto con il Sindaco Francesco Rucco su come si stanno comportando i vicentini. || Cosa sì e cosa no. Nella settimana in cui entrano in vigore il Dpcm delle Feste e l’ordinanza regionale che chiude le frontiere tra i comuni del Veneto dalle due del pomeriggio, ecco un promemoria di cosa è permesso e cosa è vietato. Eccezioni e deroghe a parte, dal 21 dicembre al 6 gennaio non è concesso spostarsi tra Regioni; divieto esteso anche ai comuni nei festivi e prefestivi: vale a dire il 24 dicembre, a Natale, sabato 26 e domenica 27 dicembre; oltre a Santo Stefano, Capodanno, sabato 2, domenica 3 gennaio, martedì 5 e l’Epifania. Per tutto il periodo, anche la Vigilia di Natale, coprifuoco dalle dieci di sera alle cinque del mattino: due ore in più, fino alle sette a Capodanno. Ristoranti aperti solo a pranzo, Negozi fino alle nove di sera, Cinema, Teatri e Musei chiusi sempre. – Intervistati FRANCESCO RUCCO (Sindaco di Vicenza) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(Skg6Z5elqys)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria