BASSANO DEL GRAPPA – Dopo il dissequestro del cantiere della centralina arriva ora una svolta clamorosa: la Sovrintendenza intima al privato di non procedere con i lavori, altrimenti – si legge in una nota del sovrintendente – si andrà nel penale || L’anno nuovo si apre con un clamoroso colpo di scena nella vicenda della centralina: scende in campo la soprintendenza, e lo fa tirando in ballo addirittura il codice penale. Il privato che intende costruire la centralina sul Brenta a due passi dal Ponte Vecchio aveva infatti scritto a Enel, all’avvocatura della Regione e alla ditta appaltatrice che i lavori di realizzazione dell’impianto sarebbero ripresi il 4 gennaio con il completamento delle opere di cantierizzazione e in particolare con la realizzazione del tratto a sud della pista di cantiere, la messa in asciutta delle opere di scarico del canale di derivazione e la rimozione delle opere idrauliche danneggiate dalle piene dell’autunno del 2019. Bene, la risposta della Soprintendenza non si è fatta attendere e il 29 dicembre scorso il sovrintendente Vincenzo Tiné ha scritto alla ditta, coinvolgendo per conoscenza la Regione, il Ministero e i carabinieri tutela patrimonio di Venezia, e diffidandola a non eseguire alcuna opera o lavoro sui beni culturali tutelati. “Tali opere e lavori – si legge nella lettera spedita al privato – devono essere sottoposti a specifica autorizzazione e risultano essere potenzialmente lesivi della tutela e conservazione dei beni culturali”. Si parla di documentazioni mai acquisite prima agli atti e dell’inserimento di cordoli ci cemento armato in un muro storico. In caso di prosecuzione dei lavori, la Soprintendenza intende intervenire e si andrebbe nel penale per inottemperanza a un ordine impartito dall’autorità preposta alla tutela dei beni culturali. Una posizione molto chiara e molto dura, che non lascia adito a interpretazioni. Fra i destinatari della nota c’è anche il Comune di Bassano e quindi il sindaco Elena Pavan, che ora è obbligata moralmente a prendere una posizione nei confronti di questa vicenda. Con chi si schiererà il sindaco Pavan: con chi vuole costruire la centralina o con chi è deputato a tutelare i beni culturali e storici di Bassano? (Servizio di Ferdinando Garavello)


videoid(s__gDRsQITo)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria