12/01/2021 VICENZA – Un gruppo di sindaci ha chiesto formalmente alla Regione Veneto un intervento straordinario per la messa in sicurezza idrogeologica del territorio. || Una protezione contro le piene. Sette sindaci vicentini chiedono alla regione Veneto di realizzare un nuovo bacino di laminazione nella val d’Astico per tener sotto controllo il livello del fiume Tesina. Un’opera simile a quanto è stato realizzato a Caldogno sul Bacchiglione, che ha scongiurato che Vicenza finisse nuovamente sott’acqua. Promotore dell’iniziativa il comune di Torri di Quartesolo che ha ricevuto l’appoggio dei comuni di Longare, Montegalda, Montegaldella Quinto e Bolzano Vicentino. A far paura in questo momento sono le abbondanti nevicate che se dovessero risentire improvvisamente di un rialzo termico inevitabilmente farebbero scendere a valle una imponente massa d’acqua. Realizzare un bacino di raccolta Astico-Tesina è indispensabile., come indispensabile l’azione di coordinamento dell’iniziativa della Provincia. – Intervistati DIEGO MARCHIORO (SINDACO DI TORRI DI QUARTESOLO), FRANCESCO RUCCO (PRESIDENTE PROVINCIA DI VICENZA) (Servizio di Daniele Garbin)


videoid(1z50KWVnWOQ)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria