20/01/2021 NOVENTA VICENTINA – L’Ulss8 sta avviando il grande piano per la vaccinazione di tutta la popolazione, con cinque presìdi. || Covid, una guerra di trincea, fatta di attesa, sacrifici, vittime ed eroi. Una guerra sociale, economica e sanitaria che colpisce tutti, e che chiede il contributo di ognuno. Una guerra combattuta con le distanze, con i tamponi, e adesso anche con le baionette dei vaccini. Il futuro riparte da qui: la Regione Veneto ha predisposto un piano d’immunizzazione che riguarda gli ospedali, i dipendenti, i collaboratori delle Aziende Sanitarie, compresi i medici di base. In questa fase di vaccinazione vengono interessate anche le Case di riposo ed i Centri per disabili: Un primo intervento che, nell’Ulss 8, sta coinvolgendo 18.000 persone, di cui 12mila già vaccinate. Poi, toccherà a tutta la popolazione, a cominciare dagli ultraottantenni: un’immensa, epocale pianificazione sanitaria per cui la Regione delega le rispettive Ulss: quella berica ha fissato cinque punti di vaccinazione: la Fiera di Vicenza, e poi ancora Trissino, Valdagno, Lonigo e Noventa.A Noventa il nuovo punto vaccini è il Palazzetto dello sport di via Frassenara, che si trova vicino all’ospedale: verrà dotato di una segreteria per l’accettazione e di dieci postazioni gestite direttamente da personale sanitario, con percorsi di entrata ed uscita seperati per evitare assembramenti. L’obbiettivo dell’Ulss 8 è rendere operativi da febbraio i punti vaccinazione. Nella prima fase il progetto prevede di somministrare 32mila dosi. – Intervistati MATTIA VERONESE (Sindaco di Noventa Vicentina) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(zjcbisgnrCI)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria