22/01/2021 VENEZIA – Il presidente Zaia nella consueta conferenza stampa ha fatto il punto sui vaccini in Veneto: se arriveranno le dosi promesse alla fine della settimana prossima si inizierà con le nuove vaccinazioni || La campagna vaccinale anti covid del Veneto non si è mai fermata ma adesso è pronta a spingere di nuovo il piede sull’accelleratore se le dosi promesse arriveranno nei tempi previsti. A scandire la tabella di marcia il presidente Zaia: confermatele forniture annunciate per la prossima settimana e da quella successiva si riprenderà in quota con le forniture. Entro la prossima settimana poi si concluderanno I richiami e a seguire si inizierà con le nuove vaccinazioni. E a proposito di vaccini e della possibilità di una produzione locale, il presidente del Veneto spiega: “se ci sono aziende che hanno interlocuzioni per produrre vaccini queste aziende trovano le porte aperte da noi”. Mentre in alcuni paesi europei il virus continua a correre, in Italia, spiega Zaia il trend è di decrescita, e a sostegno di questo il monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità parla di un RT dopo 5 settimane sotto la soglia dell’1: “per I numeri che abbiamo avuto quella che è paventata come terza ondata forse da noi è passata”. E a proposito di numeri, in Veneto continuano ad arrivare segnali che fanno ben sperare ad iniziare dall’incidenza dei positivi, si è passati da un’incidenza di 480 positivi ogni 100 mila a settimana a 178”. Dati che spingono all’ottimismo anche sul fronte ospedaliero: sono 700 i posti letto in meno che si registrano oggi rispetto alla punta massima toccata. Da alcuni giorni, ha spiegato Zaia, è partita un’opera che in gergo sanitario si definisce di ”pulizia”: “si stanno rendendo pulite da covid parecchie strutture”. E nel giorno in cui il Cts si dovrà pronunciare sulla nuova geografia di rischio del paese Zaia dice ”abbiamo dati da fascia gialla” – Intervistati LUCA ZAIA (Presidente Regione Veneto) (Servizio di Francesca Bozza)


videoid(16E9CkXpn30)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria